Durante la nascita, la levatrice iniziò a spingere il bambino di nuovo dentro. La donna incinta era terrorizzata

0
702

Durante la nascita, la levatrice iniziò a spingere il bambino di nuovo dentro. La donna incinta era terrorizzata. Ogni madre dirà la stessa cosa: il parto è una delle esperienze più dolorose, ma anche più belle, ma per questa donna il suo quarto parto è stato un incubo.

LA PAZZIA DELLA LEVATRICE NON HA SCUSANTI

Carolina Malatesta, vive in Alabama, ha già tre bambine, ma insieme al marito hanno accolto con gioia la notizia dell’arrivo del quarto figlio. Purtroppo per lei, questa volta il parto è stato un trauma sia a livello fisico che psicologico e tutto solo per colpa di una ostetrica crudele e pazza. Quello che doveva essere un momento doloroso, ma ripagato dalla gioia immensa della nascita di un figlio, si è trasformato in un incubo.Carolina voleva un parto naturale, perchè per gli altri tre aveva fatto l’epidurale, per cui si documentò insieme al marito e alla fine scelsero un ospedale che aveva una reputazione molto alta, il Brookwood Health Center,  Il personale era addestrato ad aiutare la mamma a partorire in maniera naturale evitando punti o altro. Sfortunatamente, nulla è andato come avevano desiderato. Carolina iniziò ad avere le contrazioni e comunicò all’ostetrica che aveva forti dolori. L’ostetrica si rivolse verso di lei in malo modo, dicendole che il dottore non era necessario e che ci pensava lei a far nascere il bambino. Ad un certo punto, Carolina, per i forti dolori,  si accasciò sul pavimento. Le si ruppero anche le acque e sentiva che il bimbo spingeva sempre di più. Ormai il bimbo stava nascendo, ma l’ostetrica con l’aiuto di due infermiere, la fecero mettere a quattro zampe. Mentre le infermiere afferrarono i polsi di Carolina per tenere le sue mani poggiate bene per terra,l’ostetrica incominciò a spingere indietro il bambino per impedirne la nascita. Carolina era terrorizzata e non sapeva cosa fare. Iniziò anche a non riuscire a respirare  e a temere per la vita del suo bambino. Questa lotta durò sei minuti finché fortunatamente, passò un dottore che fu scioccato dalla scena . Ordinò immediatamente alle infermiere di aiutare la donna a stendersi sul lettino e grazie al suo aiuto un attimo dopo venne alla luce un bambino sano, Jack. Il comportamento dell’ostetrica, tuttavia, ha lasciato una ferita terribile. Carolina anche dopo il parto ha continuato a soffrire di forti dolori e le è stato diagnosticato una  nevralgia pudenda. Questa nevralgia  è spesso perianale o genitale  e produce un forte dolore che può essere accompagnato da bruciore, pizzicore, costipazione, disfunzioni sessuali (ad esempio, dolore durante i rapporti sessuali), bruciore o dolore durante la minzione o nel defecare. I sintomi possono apparire su entrambi i lati o essere unilaterale. Peggiorano quando si è seduti. Carolina ha dichiarato che il sintomo principale di questa condizione è il dolore permanente, che ha nei genitali e questo gli ha rovinato la vita. Circa otto mesi dopo il parto, ha cercato di parlare con l’ospedale per ottenere un risarcimento visto che la sua dolorosa condizione, è dipesa dalla cattiva condotta dell’ostetriche e infermiere. Purtroppo l’ospedale non ha voluto ascoltare la donna e lei si è vista costretta a fargli causa. Anche durante la causa, il dolore di Carolina, era così intenso che non era in grado di sedersi per più di qualche ora al giorno, quindi il processo dovette essere sospeso più volte. Ma quando la sua storia è venuta alla luce, è successo qualcosa di incredibile: altre donne hanno iniziato a farsi avanti, raccontando altre storie di violenza subite dall’ostetrica. Carolina ha vinto la causa. Ha ricevuto $ 10 milioni per il risarcimento del danno fisico, $ 5 milioni per i danni a livello psicologico  e $ 1 milione perchè non potrà più avere rapporti fisici. “Brookwood ha usato l’idea della nascita naturale come un modo per attirare i pazienti”, ha scritto Malatesta. “Lo dico senza dubbio. Non stavano fornendo i servizi che pubblicizzavano.  Gli ospedali pubblicizzano che le donne possono fare queste scelte, come se fosse un privilegio invece è semplicemente un nostro diritto. Questo è offensivo per le donne! ” Carolina ha detto che comunque anche se l’ospedale ha pagato per quello che le hanno fatto, lei comunque dovrà vivere con un terribile dolore per tutta la sua vita.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here