La Coca-Cola mette sul mercato la sua prima bevanda alcolica

0
144

La Coca-Cola mette sul mercato la sua prima bevanda alcolica. La Coca Cola è la bevanda più conosciuta al mondo

COCA COLA ALCOOLICA

Chi sopratutto d’estate non si è goduto un bicchiere di Coca Cola, caso mai con ghiaccio e una scorzetta di limone? La bevanda è venduta in tutto il mondo. Alla classica, si sono aggiunte nel tempo quella senza caffeina, la light, la zero, ed ora anche quella alcolica. Gli stabilimenti l’hanno iniziato a produrla circa 131 anni fa. Lo sapevate che Coca Cola e Vodka è tra le bibite più ordinate nei bar? Quindi perchè non iniziarla a produrla già pronta?Quindi la Coca-Cola ha deciso di rinnovare completamente la propria immagine lanciando la loro prima bevanda alcolica, ed hanno iniziato dal Giappone.Secondo Jorge Garduño, presidente della business unit giapponese della Coca-Cola, la multinazionale prevede di rilasciare la propria versione di Chu-Hi, giapponese. Il Chu-Hi è una bevanda in scatola con un contenuto alcolico relativamente basso ed è molto popolare in Giappone. “Il Chu-Hi è una bevanda in scatola che include alcol; tradizionalmente, è fatto con una bevanda distillata chiamata shōchū e acqua frizzante, oltre ad alcuni aromi “, ha detto Garduño in un’intervista che è stata messa sul sito web della compagnia a febbraio. Già nel novembre del 2017, l’amministratore delegato di Coca-Cola, James Quincey, ha parlato con la CNBC per combinare le bevande. Non è la prima volta comunque che la società della Coca-Cola ha cercato nuovi sbocchi nell’industria dell’alcol. Nel lontano 1977, John Paul Austin, presidente e amministratore delegato di The Coca-Cola Company, contribuì ad avviare l’unità Wine Spectrum di Coca-Cola, tra cui Sterling Vineyards, Monterey Vineyard e Taylor Wine Company. Poi, sei anni dopo, nel 1983, Joseph E. Seagram & Sons acquistò l’unità Wine Spectrum per oltre $ 200 milioni. Aspettiamo quindi a breve il lancio di questa nuova Coca Cola, intanto gustiamocene una bella fresca, mentre mangiamo perchè no, dei pop corn.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here