Questo diciottenne è stato definito dalla polizia un depravato e degenerato. Il crimine che ha commesso è inimmaginabile!- video

0
230

Nessuno si aspetterebbe mai che un crimine così violento e schifoso, fosse commesso da un ragazzo così giovane

COSA E’ SUCCESSO

Questo ragazzo, Brian Roberto Varela, ha quasi diciannove anni e lavorava in un fast food, ed ha commesso una delle azioni più ripugnanti che un uomo possa commettere. Tutto è iniziato dopo aver conosciuto una ragazza e averla invitata da lui. Insieme alla giovane, hanno sniffato l’antidolorifico Percocet nella sua roulotte a Lakeview Road, a Lynwood, nello stato di Washington,  Alyssa Noceda questo era il nome della giovane donna, dopo poco si è sentita male, ed ha perso i sensi. Lui l’ha denudata e ha iniziato a scattare foto con il suo cellulare. Poi invece di chiamare i soccorsi, ha abusato di lei mentre stava morendo. Non pago di questo vile e schifoso gesto, ha ripreso le scene del rapporto. Ma se questo vi pare molto, durante la registrazione, ha anche pesantemente offeso la ragazza. La mattina seguente, ha lavato il suo corpo e quello di Alyssa, nel tentativo di spazzare via qualsiasi DNA che lo collegasse alla sua morte, ed è andato a lavorare come se niente fosse. Alla fine si è vantato con i suoi colleghi di aver avuto avuto un rapporto fisico con una morta! I suoi colleghi hanno poi riferito alla polizia che si è vantato di aver fatto sesso con la signora Noceda e in seguito di averle rotto le gambe per farla entrare in una busta di plastica che avrebbe poi scaricato da qualche parte una volta tornato a casa. I colleghi non avevano creduto alle sue parole, era tutto troppo assurdo, ma quando uno di loro ha letto su facebook l’appello della madre della Nocera in cui chiedeva aiuto per la figlia scomparsa,  ha deciso di avvertire immediatamente le autorità. Un depravato degenerato, così è stato definito dalla polizia. Per coprire il suo crimine, ha usato il dito della ragazza, ormai senza vita, per entrare nel suo cellulare e inviare un messaggio alla famiglia di lei. Ha fatto credere che se ne era andata via perchè non voleva avere più niente a che fare con loro. Quando i poliziotti hanno fatto irruzione nella roulotte, durante la confessione, si è rammaricato di non aver fatto in tempo a seppellire il sacco da qualche parte, dopo averlo riempito con le cipolle per mascherare l’odore del corpo in decomposizione! Quando gli hanno chiesto il perchè non avesse avvertito subito qualcuno che avesse potuto aiutare la giovane, lui ha risposto che era troppo stanco per farlo!  La mamma della ragazza disperata per la morte della figlia e della crudeltà dimostrata da questo ragazzo, ha voluto condividere l’ultimo filmato che lei le aveva inviato poco prima di quel maledetto incontro!.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here