Stupra la figlia 700 volte, orrore in Germania.! “Volevo solo il meglio per lei” ha affermato l’uomo

0
172750

Spesso quando succedono alcun fatti incresciosi, tutti ci domandiamo come mai quella che era ritenuta da tutti una così brava persona si rivela poi un orco.

Anche in questo caso, quello che era considerato un buon marito e un ottimo padre, una persona socievole e ben voluta, alla fine si è scoperto che era solo un orco, un infame, il peggiore tra i mariti e sopratutto tra i padri.

Lui un uomo con un prestigioso impiego e un elevato tenore di vita, dell’età di quaranta quattro anni, si è scoperto che ha stupatro la figlia da quando questa aveva tredici anni.

Ha abusato di lei per ben  700 volte in quattro anni,  custodendo anche un diario in cui raccontava le violenze nei minimi particolari. E’ mostruosa l’accusa di cui dovrà rispondere Frank P.,  di Duisburg.

La storia è arrivata alla cronaca locale dopo che la figlia è riuscita ad uscire dall’incubo in cui era precipitata ed ha avuto il coraggio di raccontare tutto, anche  dopo che la legge ha condannando “suo padre”, rendendole piena giustizia.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti l’uomo avrebbe avuto continui rapporti sessuali con la figlia da quando quest’ultima aveva 13 anni.

A denunciare le violenze è stata la moglie, nonché madre della vittima.

La donna credeva che quell’attaccamento morboso del marito verso la figlia fosse solo gelosia paterna e che i segni che spesso notava sul corpo della figlia, fosser dovuti alla distrazione della ragazzao peggio ancora che fosse vittima di qualche ragazzo violento.

Solo quello che non si vuole vedere, non si vede…..infatti per la donna era impensabile solo pensare a qualcos’altro come un atto turpe e schifoso perpetrato dal marito.

Quando però ha iniziato a notare  che spesso l’intimo della figlia scompariva e ha ritrovato alcuni indumenti tagliati nella pattumiera, ha deciso di scoprire cosa succedeva a quella ragazza che benchè fosse circondata da tanto affetto e vivesse in una condizione economica privilegiata, era sempre scontrosa, aggressiva e solitaria.

Ha deciso di parlare con una psicologa e insieme hanno cercato di indagare sullo strano comportamento della ragazza.

Ed è stato solo dopo diverse sedute che la donna ha appreso la triste verità!

Il marito aveva costretto la figlia ad avere rapporti carnali con lui, arrivando anche a picchiarla e a tagliare l’intimo della ragazza, quando questa cercava di ribellarsi.

Immediatamente denunciato alle autorità, l’uomo si è così espresso:

“Sono su padre,  l’uomo della sua vita. Ho sempre pensato che anche lei fosse consensiente, raramente si è ribellata e anzi pretendeva che anche quando uscivamo, le tenessi la mano. Ho sempre voluto il meglio per lei!  L’ho sempre amata e non riuscirete mai a capire, se non comprendete il mio amore per lei. Lei è e sarà per sempre l’unica donna della mia vita!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here