Torna con il marito per amore di suo figlio, ma quello che le succede è terribile

0
137078

Il nome di questa donna è Paola Mascambruni ed ha  ha visto la morte in faccia per colpa di un uomo che le diceva di amarla a cui lei aveva donato un figlio.

La sua storia  potrebbe essere purtroppo quella di molte donne che per amore e pensando di poter cambiare il proprio uomo con la dolcezza mettono a repentaglio la propria vita.

 

La donna che lavorava all’  Aerolineas Argentinas, un giorno incontrò un collega Rodrigo Eduardo Picolini e tra i due fu amore a prima vista. Dopo pochi mesi Paola scopri di aspettare un figlio da quell’uomo che pensava l’amasse.

Ben presto però la favola si rivelò un incubo.

Proprio durante la gravidanza Rodrigo si mostrò per quello che era, un violento. Infatti quando era in attesa  del figlio, lei era di appena due mesi, le lanciò un boccale di vetro con della birra. Un’altra volta mentre erano a fare spese in un supermercato le diede un morso alla guancia, solo perchè era nervoso.

Ogni volta chiedeva perdono, ma ogni volta era peggio. Spintoni, violenze fisiche e psicologiche.

Persino  in sala parto, lui l’aggredì tanto violentemente che gli stessi sanitari intervennero e lo fecero cacciare dal nosocomio.

Da quel momento Paola decise di rompere ogni rapporto con quell’uomo. Purtroppo era sempre il padre di suo figlio e lui sembrava essere almeno un buon padre.

 

 

Lui si prendeva cura del figlio sia economicamente sia portandolo a spasso
Nonostante ciò però Paola, non permise all’uomo di tornare a vivere con lei.
Il bimbo, Valentino, intanto cresceva e continuava ad avere rapporti con il padre. Tutto sembrava andare per il meglio, fin quando Valentino una sera tornando  a casa le   raccantò  che il padre lo aveva colpito al volto e allo stomaco.
Paola allora decise di intervenire: “L’ho chiamai per chiedergli spiegazioni ma ciò   scatenò una maggiore violenza. Venne a casa mia , buttò giù la recinzione con la sua auto e mi minacciò con una pistola “
Di fronte a tanta violenza Paola chiamò la polizia.
Pochi mesi dopo l’aggressione, l’uomo subì un grave incidente di moto. Quando si ristabilì,  contattò Paola  dicendole che quell’incidente gli aveva fatto capire tante cose e che era stato il Karma a fargli vivere quella esperienza e che essendo stato sul punto di morire, aveva capito i suoi errori e che le chiedeva perdono.
 Paola credette  alle sue parole e alle sue lacrime e lo fece rientare  di nuovo in casa.
All’inizio Rodrigo sembrava proprio  cambiato, un uomo meraviglioso, ma all’improvviso una sera tornò a casa alquanto strano.
Paola pensò solo che avesse avuto  una giornata no,  ma all’improvviso lui chiuse tutte le porte a chiave. Le si avventò contro, le strappo tutti i vestiti e iniziò ad usarla come una clava. Infatti ruppe tutte le finestre con la sua schiena.
Nel frattempo tra una finestra e un’altra la prese a calci e cercò di strangolarla.
La umiliò con le parole e le disse  che l’avrebbe uccisa. La violenza durò per due lunghe ore.
Alla fine qualcuno si accorse  che in quella casa stava succedendo qualcosa ed avvertirono la polizia che riuscì a salvarla.
Paola ha  postato le foto del suo volto sfigurato  per mettere in guardia anche le altre donne. Ha raccomandato di non credere  a tutte le promesse, le  lacrime di questi uomini manipolatori.

“La violenza domestica colpisce troppe donne che vivono nel silenzio cercando di nascondere i segni con  vestiti  e make-up. e molte di loro finiscono per morire. Dobbiamo denunciare prima che sia troppo tardi.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here