Trovò una bimba nella spazzatura….oggi guardate come è

0
785

Questa donna è  Sarah Conch, una americana di 30 anni che è andata a vivere ad Haiti per lavorare in un centro per bambini disabili.

LA STORIA

Un giorno, mentre si trovava presso l’abitazione di un paziente disabile, ha udito dei lamenti che sembravano un miagolio o dei vagiti, ma erano flebili e non riusciva a distinguerli. I lamenti provenivano da un mucchio di spazzatura che si trovava proprio lì vicino alla casa. Quando si avvicinò, non poteva credere ai suoi occhi….era una bimba! Una donna che veniva assistita, aveva partorito una bimba disabile, affetta da idranencefalia.L’ Idranencefalia è una malattia congenita (presente alla nascita) in cui gli emisferi cerebrali sono quasi completamente assenti. Ad Haiti, la convinzione che una persona disabile è un demone è purtroppo diffusa, per cui la bimba era stata buttata viva nella spazzatura, per paura che potesse essere causa di sciagure.  Per evitare la vergogna pubblica, si nascondono i bimbi, compreso il volto, avvolgendoli in coperte o stracci in modo che nessuno li veda e vengono nella migliore delle ipotesi abbandonati tra i rifiuti. Sarah, alla vista di quella creatura malata e indifesa, gettata via come un rifiuto, ebbe  il cuore spezzato, la raccolse la riportò alla madre, spiegandole che la bimba non era un demone, ma solo malata  e la chiamò  Nika. Nika era trascurata, sdraiata di nuovo su un mucchio di spazzatura in un angolo della casa. La madre si rifiutava  di allattarla, perchè aveva troppa vergogna di lei e preferiva vederla morire di inedia. Affranta nel vedere la sua Nika in quello stato, Sarah, contro il parere della donna, della famiglia e del villaggio la prese con se e la porta via. La bimba completamente disidratata stava quasi morendo: il 99% dei suoi organi interni sembrano ormai non funzionare più. Ma grazie alla cura e l’amore di Sarah, la piccola Nika sopravvisse. La donna riuscì a diventare il tutore legale della bambina e  insieme al  suo fidanzato Stephen, la adottarono. Insieme hanno una famiglia adorabile. Dopo molteplici interventi chirurgici , la condizione di Nika è migliorata visibilmente. La bimba, la cui aspettativa di vita non sarebbe stata superiore a un anno, ha recentemente festeggiato il suo 4 ° compleanno! Sarah e Stephen e Nika, sono dei veri combattenti e ogni giorno lottano per la vita di questa dolcissima bimba. Scrive Sarah. “Non avrebbe dovuto sopravvivere alla malnutrizione … ma si è alzata …. Non avrebbe dovuto vivere, ….ma oggi vive.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here