Un bambino di 5 anni chiama il 911 alla ricerca di sua madre che è in Paradiso. Video

0
202

Per un bimbo la mamma e il papà rappresentano l’amore, la sicurezza, la gioia, tutto il suo mondo. Quando all’improvviso ne viene a mancare uno, la loro vita si destabilizza e la loro immensa fragilità esce fuori, con tutta la tenerezza di cui sono capaci.

LA STORIA

Una sfortunata mattina, la madre di Jerry è andata all’ospedale, ma non è mai più tornata. Il  papà cercò di spiegargli, di parlare, ma come si fa a dire a un bambino di cinque anni che la mamma non tornerà più, che la mamma è morta? La morte per un adulto è una realtà, per un bimbo è un concetto troppo grande, troppo lontano per essere capita e accettata. Le disse allora, che era andata in paradiso. Il Paradiso è lontano, ci vuole tempo, ma prima poi ritornerà, dovrà aver pensato il piccolo. Ma niente i giorni passavano e la sua mamma restava lontano da lui. Possibile, la sua mamma che tanto lo amava, non tornava? Quindi il piccolo trasformò la speranza del ritorno nel terrore che le fosse successo qualcosa che le impediva di ritornare da lui. C’era una sola cosa da fare e la fece: decise di chiamare la polizia per chiedere aiuto. Un ufficiale veterano, Tommy Lee, è stato colui che ha risposto alla chiamata di emergenza dall’altra parte della linea. All’inizio pensò che fosse un brutto scherzo, ma quando realizzò che dall’altro capo del telefono c’era un bimbo preoccupato per la sua mamma, ascoltò pazientemente. Il piccolo Jerry spiegò al poliziotto cosa gli aveva detto suo padre: sua madre era andata in paradiso, ma ormai era passato troppo tempo, la sua mamma non lo avrebbe lasciato da solo per tutti quei giorni. Il poliziotto abituato ad avere a che fare con il male, si trovò quasi spiazzato da tanto amore e innocenza e fu avvolto da una coperta di tristezza. L’età l’esperienza, il fatto di essere un papà, lo avvicinarono a quel bimbo sconosciuto e decise quindi di aiutarlo. Il poliziotto Lee suggerì al bimbo di scrivere delle lettere e di mandarle a sua madre tramite dei palloncini rossi. Dopo quella telefonata, Jerry ha scritto una lettera a sua madre ogni mese, e l’ha spedita in un palloncino rosso con la speranza di ricevere una risposta. Dopo un po ‘, Jerry chiamò di nuovo la polizia, non aveva ricevuto mai risposta a nessuna delle sue lettere ed era disperato, era successo allora sicuramente qualcosa di grave alla sua mamma. L’agente cercò di tranquillizzarlo, dicendogli che sua madre certamente aveva ricevuto i suoi messaggi e che a breve avrebbe avuto sue notizie. Lee aveva un piano per non deludere e per tranquillizzare il piccolo. Pochi giorni dopo, lui con un gruppo di poliziotti arrivò a casa del piccolo Jerry, ognuno portando un palloncino rosso. Lee disse a Jerry che sua madre aveva letto tutti i messaggi e che gli chiedeva di scrivergli ancora. Poi il poliziotto cercò di conoscerlo un pò meglio. Quando ricevette tutte le notizie possibili sul bimbo, ha iniziato a inviare al piccolo delle lettere “scritte” da sua madre. Lettere piene di amore e non solo ma anche giochi e tutto quello che potesse renderlo felice. Lo sappiamo la mancanza della madre rimarrà per sempre, ma ora vicino a lui oltre il papà e tutti coloro che lo amano, c’è un angelo speciale che lo protegge e lo proteggerà per sempre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here